Passa ai contenuti principali

BOLOGNA: UN LUOGO CULTURALE PER BAMBINI FINO A 99 ANNI (ZOO)

Solitamente consiglio libri, oggi invece voglio indirizzarvi verso Bologna, city urbana che ho nel cuore (città dei miei studi).
A pochi passi dalle torri, ripercorrendo i portici di Strada Maggiore, all'interno di un palazzo del Cinquecento ho scovato un luogo suggestivo che unisce differenti forme d'arte altamente apprezzabili.
ZOO è una Bakery, bookshop, illustration gallery, toys corner, atelier tessile, il tutto fuso con sapienza e curato ai massimi termini.





Entro a ZOO con marito e figlio ed è amore a prima vista.


 

Gli innumerevoli albi esposti sono scelti in modo accurato e consapevole.
In un posto come questo, trovi copertine perlopiù sconosciute, adatte a lettori ostinati, quei libri insomma che sanno farsi apprezzare e che ti permettono di attingere ad ampi immaginari. 




Anche i toys sono davvero ricercati, si potrebbe scegliere ad occhi chiusi !!!


Ci sediamo nel salottino dall'aspetto retrò e beviamo un caffè all'americana accompagnato da una fetta di torta e da deliziosi biscotti fatti a mano; il nostro bimbo ci porta degli albi illustrati da sfogliare...ci sentiamo a casa!

Alle pareti sono in mostra delle tavole di illustratori ( in collaborazione con BBB14 BilBOlbul - Festival internazionale del Fumetto ).




Il clima è talmente familiare che fatichiamo ad uscire.. e una volta che lo facciamo abbiamo già voglia di tornare!


Passano pochi giorni e rimetto piede da Zoo per capire chi si cela dietro a tanta arte. 
Incontro Noemi Bermani, responsabile dell'accurata scelta degli albi,facciamo due chiacchiere e ci prendiamo un tè come se ci conoscessimo da una vita.
Noemi mi spiega che Zoo è nato dall'unione di diverse menti creative, determinate a mettersi in gioco e a coniugare le loro competenze.
Per questo motivo le modalità espressive utilizzate sono differenti, c'è chi si occupa di selezionare libri e toys, chi organizza mostre d'arte e chi gestisce l'area pasticceria, deliziando i clienti con forme culinarie non convenzionali.

E così nasce ZOO...
ZOO è uno spazio pieno di cose diverse
è uno ZOO ma senza gabbie, dove animali e idee possono circolare in libertà
ZOO è un posto per grandi e bambini

Noemi mi accompagna in un piccolo tour dei grandi saloni.
Ho la conferma che i titoli sono scelti in modo consapevole, distanti da quelli della grande distribuzione.
Questa è la dimostrazione che è possibile incentivare le piccole realtà virtuose.
Le ore in compagnia di Noemi passano veloci.
Alla fine del nostro incontro le chiedo di consigliare un libro ai lettori di "Mamma LeggiAmo insieme"....

Noemi ci consigli un libro?
Claude Ponti
Babalibri

LAVORO A ZOO. UNO SPAZIO CHE SI Può RIASSUMERE IN TRE PAROLE CHIAVE: PASTICCERIA, LIBRERIA E SPAZIO MOSTRE DEDICATE ALL'ILLUSTRAZIONE.
Ho scelto questo libro perchè contiene tutti questi elementi e poi perché adoro Claude Ponti.
biagio e il castello di compleannoI pulcini hanno dieci giorni di tempo e molto da fare per preparare la festa di compleanno della loro amica Violetta Candita (Anne Hiversère nell'edizione originale - “anniversaire” in francese significa compleanno): scrivere le lettere di invito, raccogliere gli ingredienti.
Fin qui tutto “normale”, la magia sta nei giochi di parole e nello spiazzamento che creano le immagini.
Gli ambienti innanzitutto: una miniera di cioccolato, una montagna innevata di zucchero e farina, un grande lago a forma di mucca da cui mungere il latte, una gallina di cioccolato che fa uova ovviamente di cacao … e buffissimi personaggi che si ritrovano ad ogni doppia pagina impegnati, nel frattempo, in faccende irrinunciabili come fare le boccacce, camminare con un fungo sulla testa, provare a volare con ogni mezzo di trasporto immaginabile più che possibile …
E finalmente una volta che è tutto è pronto e inizia la festa … colpo di scena! gli invitati sono una moltitudine di personaggi dei fumetti, dei libri illustrati, dei cartoni animati. E qui i bambini (e i grandi) continuano fino a perdersi nel gioco del riconoscere (iniziato coi pulcini che fanno cose assurde nelle pagine precedenti). Sono davvero moltissimi gli amici di Violetta Candita: ve li lascio cercare, ma per i più pigri o i più filologici l'elenco completo è nei risguardi.
Noemi Bermani 



Dovete fare dei pensieri natalizi? fate una scappata da Zoo,
troverete delle cosine davvero particolari, come ad esempio la pizza libro o altri doni deliziosi...



Se capitate a Bologna il 20 dicembre, iscrivetevi al laboratorio 
ECOCHRISTMAS organizzato da Noemi (formata con il metodo Munari)...





ZOO

Strada Maggiore 50/a
Bologna
Tel. 320 6186279



Commenti

  1. Risposte
    1. Grazie Anna,
      'Zoo' è un luogo per tutti..non solo per i bambini ;-)
      Fammi sapere come procedono le tue letture...

      Elimina
  2. Risposte
    1. Cara Elisa, ti consiglio di portare i tuoi bimbi da 'Zoo' ;-)

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

IL TUTORIAL CHE TI INSEGNA COME COSTRUIRE UN TAVOLO LUMINOSO PER I TUOI BAMBINI

COSTRUIRE UN TAVOLO LUMINOSO PER I VOSTRI BAMBINI Il tutorial che vi porto oggi è uno a cui tengo particolarmente, essendo uno dei primi DIY che ho realizzato per i miei bimbi e che ci ha regalato tanti bei momenti: il tavolo luminoso ispirato al Reggio Emilia Approach . Metodo che assegna un ruolo centrale al bambino e dove tra tanti aspetti cerca di potenziare la creatività tramite la sperimentazione, il gioco, la musica, l’arte, ecc....e dove la luce ha un ruolo fondamentale. Il tavolo luminoso è lo strumento ideale per sviluppo della percezione sensoriale, dell'osservazione, è indicato per prolungare i tempi d’attenzione e migliorare l'apprendimento scolastico attraverso il gioco. COSA VI OCCORRE: -Tavolino LATT Ikea -Lastra di plexiglass (vetro sintetico) traslucida opaca  delle stesse misure di quella in dotazione del kit del tavolo. Ho trovato un negozio online che lo tagliava su misura. Vi lascio il link -Carta sta

UNA POESIA CONTRO LA GUERRA... DI GIANNI RODARI

  PROMEMORIA CI SONO COSE DA FARE OGNI GIORNO: LAVARSI, STUDIARE, GIOCARE PREPARARE LA TAVOLA, A MEZZOGIORNO. CI SONO COSE DA FARE DI NOTTE: CHIUDERE GLI OCCHI, DORMIRE, AVERE SOGNI DA SOGNARE, ORECCHIE PER SENTIRE. CI SONO COSE DA NON FARE MAI, NÉ DI GIORNO  NÉ DI NOTTE NÉ PER MARE  NÉ PER TERRA: PER ESEMPIO, LA GUERRA! GIANNI RODARI immagine tratta dal blog   Farefuorilamedusa

Il pensiero di Loris Malaguzzi raccolto in una poesia per bambini...

Invece il cento c'è" è la poesia per bambini  scritta dal celebre pedagogista Loris Malaguzzi, in poche righe riassume il pensiero del fondatore del Reggio Approach. È contenuta all'interno del libro " I cento linguaggi dei bambini". INVECE IL CENTO C'E' Il bambino è fatto di cento. Il bambino ha cento lingue cento mani cento pensieri cento modi di pensare di giocare e di parlare cento sempre cento modi di ascoltare di stupire di amare cento allegrie per cantare e capire cento mondi da scoprire cento mondi da inventare cento mondi da sognare. Il bambino ha cento lingue (e poi cento cento cento) ma gliene rubano novantanove. Gli dicono: di pensare senza mani di fare senza testa di ascoltare e di non parlare di capire senza allegrie di amare e di stupirsi solo a Pasqua e a Natale. Gli dicono: di scoprire il mondo che già c’è e di cento gliene rubano novantanove. Gl