Passa ai contenuti principali

COME CREARE BOMBE DA BAGNO PER IL BAGNETTO DEI BAMBINI

blog libri bambini costruiamo insieme

Uno dei momenti preferiti dai miei bimbi è il bagno. Scatenano tutta la loro energia!
Con questo Tutorial il divertimento è garantito: bolle frizzanti e acqua coloratissima.
In più potete condividere questa attività con i bambini, che possono tranquillamente partecipare al processo.




Ingredienti

  • 1 tazza di bicarbonato 
  • 1/2 tazza di acido citrico (qui)
  • 1/2 tazza di sali da bagno Epsom (lo trovi qui)
  • 1/2 di amido di mais
  • 2 cucchiai di olio di cocco (potete tranquillamente usare olio di mandorle o di oliva)
  • 15-20 gocce di olio essenziale 
  • 2 cucchiaini di acqua
  • Coloranti alimentari
  • Stampini: ho trovato degli stampi per ghiaccio a forma sferica da Flying Tiger o potete provare con le sfere porta sorprese dei distributori di giochi per bambini.
  • Frusta

Note: l'acido citrico e i sali da bagno da Epsom li trovate in farmacia o su Amazon (vi ho lasciato i link)

blog libri bambini costruiamo insieme

PROCEDIMENTO
Non lasciatevi spaventate dalla lista degli ingredienti, in realtà sono solo da mescolare!
In un contenitore mischiare tuti gli ingredienti solidi: bicarbonato, sali da bagno, acido citrico e l’amido. Aiutatevi con la frusta.


blog libri bambini costruiamo insieme



In un contenitore a parte mettete i liquidi: acqua, oli e coloranti. Lentamente iniziate a versare e mischiare gli ingredienti liquidi nel contenitore dei solidi. Dovete fare attenzione a non farlo in fretta in modo da evitare che le bollicine inizino a frizzare. Potete mischiare il tutto con le mani. La consistenza deve essere simile a quella della sabbia umida ma non bagnata.





Adesso potete inserire l'impasto negli stampini.



blog libri bambini costruiamo insieme

Consiglio: Lasciate asciugare un po’ l’impasto negli stampini, magari rimuovendo solo un pezzo prima di sfilarli del tutto. 
Cosi la forma a sfera risulterà quasi perfetta ;-)

blog libri bambini costruiamo insieme

Lasciate asciugare le bombe per circa 8 ore prima di utilizzarle.
Ecco fatto! Il divertimento con i vostri bimbi è garantito!!!! 

blog libri bambini costruiamo insieme

a presto
Laura

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

POESIA CONTRO LA GUERRA... DI GIANNI RODARI

  PROMEMORIA CI SONO COSE DA FARE OGNI GIORNO: LAVARSI, STUDIARE, GIOCARE PREPARARE LA TAVOLA, A MEZZOGIORNO. CI SONO COSE DA FARE DI NOTTE: CHIUDERE GLI OCCHI, DORMIRE, AVERE SOGNI DA SOGNARE, ORECCHIE PER SENTIRE. CI SONO COSE DA NON FARE MAI, NÉ DI GIORNO  NÉ DI NOTTE NÉ PER MARE  NÉ PER TERRA: PER ESEMPIO, LA GUERRA! GIANNI RODARI Guarda l'animazione della poesia cliccando qui  Leggi altri post di Rodari cliccando  qui

IL TUTORIAL CHE TI INSEGNA COME COSTRUIRE UN TAVOLO LUMINOSO PER I TUOI BAMBINI

COSTRUIRE UN TAVOLO LUMINOSO PER I VOSTRI BAMBINI Il tutorial che vi porto oggi è uno a cui tengo particolarmente, essendo uno dei primi DIY che ho realizzato per i miei bimbi e che ci ha regalato tanti bei momenti: il tavolo luminoso ispirato al Reggio Emilia Approach . Metodo che assegna un ruolo centrale al bambino e dove tra tanti aspetti cerca di potenziare la creatività tramite la sperimentazione, il gioco, la musica, l’arte, ecc....e dove la luce ha un ruolo fondamentale. Il tavolo luminoso è lo strumento ideale per sviluppo della percezione sensoriale, dell'osservazione, è indicato per prolungare i tempi d’attenzione e migliorare l'apprendimento scolastico attraverso il gioco. COSA VI OCCORRE: -Tavolino LATT Ikea -Lastra di plexiglass (vetro sintetico) traslucida opaca  delle stesse misure di quella in dotazione del kit del tavolo. Ho trovato un negozio online che lo tagliava su misura. Vi lascio il link -Carta sta

Il pensiero di Loris Malaguzzi raccolto in una poesia per bambini...

Invece il cento c'è" è la poesia per bambini  scritta dal celebre pedagogista Loris Malaguzzi, in poche righe riassume il pensiero del fondatore del Reggio Approach. È contenuta all'interno del libro " I cento linguaggi dei bambini". INVECE IL CENTO C'E' Il bambino è fatto di cento. Il bambino ha cento lingue cento mani cento pensieri cento modi di pensare di giocare e di parlare cento sempre cento modi di ascoltare di stupire di amare cento allegrie per cantare e capire cento mondi da scoprire cento mondi da inventare cento mondi da sognare. Il bambino ha cento lingue (e poi cento cento cento) ma gliene rubano novantanove. Gli dicono: di pensare senza mani di fare senza testa di ascoltare e di non parlare di capire senza allegrie di amare e di stupirsi solo a Pasqua e a Natale. Gli dicono: di scoprire il mondo che già c’è e di cento gliene rubano novantanove. Gl