Passa ai contenuti principali

RITORNO A FAIRY OAK: UN NUOVO CAPITOLO DELLA SAGA FIRMATA DA ELISABETTA GNONE

A volte ci sono storie che premono per essere scritte, rimangono avvolte nel BUIO per lungo tempo in attesa di vedere la LUCE.

È il caso della storia di Elisabetta Gnone, mamma di penna della saga di Fairy Oak che, in occasione del 15° anniversario e dopo 10 lunghi anni dall'ultimo libro pubblicato, ci riapre le porte del suo villaggio, slegando la matassa di parole che ha gelosamente custodito.

Questo ritorno, appare come un dono agli occhi di chi lo ha intimamente desiderato e arriva ad alleggerire il quotidiano.

Elisabetta Gnone

LA STORIA PERDUTA

Elisabetta Gnone - Salani Editore

Molte cose sono mutate nella meravigliosa valle di Verdepiano, il tempo ha lasciato il segno del suo passaggio, ma in ogni dove sono disseminati ricordi che ci legano al passato e ci fanno sentire a casa.

I capelli argentati hanno preso il posto del rosso screziato, ma i ricordi quelli no, non sono sbiaditi.

L'atmosfera è quella di sempre a Fairy Oak, si riguardano vecchie fotografie davanti a una tazza di tè e si ripensa al passato, senza dimenticare di fare un sorriso.

In questa valle i legami sono saldi, "è quasi impossibile distinguere il ramo di una famiglia da quello di un'altra", ci sono feste di compleanno piene di baci, fatine che brillano al buio, bagni di mezzanotte, case sull'albero per ritrovarsi e persino balene da avvistare!

UNA LEZIONE DI STORIA PUÒ APRIRE NUOVI IMMAGINARI

E così basta un compito di storia a riaccendere la fiammella, e senza nemmeno saperlo ci si avventura sulle tracce di una storia perduta e dei suoi misteriosi personaggi. Indagando tra gli archivi, per compilare l'albero genealogico assegnato come compito dall'insegnante, le gemelle Vaniglia e Pervinca Periwinkle, si ritrovano coinvolte in una caccia al tesoro che farà scoprire loro qualcosa di importante sulle radici del villaggio.

IL MAGICO MONDO DI FAIRY OAK

Quello di Elisabetta Gnone è un fenomeno editoriale che ha accompagnato la crescita di tre generazioni di lettori, arrivando a vendere oltre 4 milioni di copie.

Una storia dove gli elementi del fantasy sono tutti presenti, ma la vera magia risiede nell'autrice, il suo stile narrativo è in grado di trasportare chiunque in un tempo sospeso.

Personalmente ho conosciuto le avventure di Vaniglia e Pervinca grazie alle mie alunne, in classe abbiamo l'abitudine di condividere le belle letture, quelle che lasciano il segno. Dai bambini c'è sempre da imparare, hanno ottimi gusti in fatto di libri!

"NOTE IN LIBERTÀ" PER I NUOVI ARRIVATI

La saga è composta da una prima trilogia e quattro libri che contengono "i misteri". A mio avviso è possibile approcciarsi a questo ultimo libro anche senza aver letto i precedenti, l'autrice ha avuto cura di preparare una piccola appendice con "Note in libertà" per guidare i nuovi arrivati.

Sei interessato all'acquisto? lo trovi qui

GLI ALTRI TITOLI DELLA SAGA rigorosamente in ordine cronologico

Il segreto delle gemelle L'incanto del buio Il potere della luce Capitan Grisam e l'amore Gli incantevoli giorni di Shirley Flox sorride in autunno Addio, Fairy Oak

Commenti

Post popolari in questo blog

IL TUTORIAL CHE TI INSEGNA COME COSTRUIRE UN TAVOLO LUMINOSO PER I TUOI BAMBINI

COSTRUIRE UN TAVOLO LUMINOSO PER I VOSTRI BAMBINI Il tutorial che vi porto oggi è uno a cui tengo particolarmente, essendo uno dei primi DIY che ho realizzato per i miei bimbi e che ci ha regalato tanti bei momenti: il tavolo luminoso ispirato al Reggio Emilia Approach . Metodo che assegna un ruolo centrale al bambino e dove tra tanti aspetti cerca di potenziare la creatività tramite la sperimentazione, il gioco, la musica, l’arte, ecc....e dove la luce ha un ruolo fondamentale. Il tavolo luminoso è lo strumento ideale per sviluppo della percezione sensoriale, dell'osservazione, è indicato per prolungare i tempi d’attenzione e migliorare l'apprendimento scolastico attraverso il gioco. COSA VI OCCORRE: -Tavolino LATT Ikea -Lastra di plexiglass (vetro sintetico) traslucida opaca delle stesse misure di quella in dotazione del kit del tavolo. Ho trovato un negozio online che lo tagliava su misura. Vi lascio il link -Carta stag

UNA POESIA CONTRO LA GUERRA... DI GIANNI RODARI

  PROMEMORIA CI SONO COSE DA FARE OGNI GIORNO: LAVARSI, STUDIARE, GIOCARE PREPARARE LA TAVOLA, A MEZZOGIORNO. CI SONO COSE DA FARE DI NOTTE: CHIUDERE GLI OCCHI, DORMIRE, AVERE SOGNI DA SOGNARE, ORECCHIE PER SENTIRE. CI SONO COSE DA NON FARE MAI, NÉ DI GIORNO  NÉ DI NOTTE NÉ PER MARE  NÉ PER TERRA: PER ESEMPIO, LA GUERRA! GIANNI RODARI immagine tratta dal blog   Farefuorilamedusa

GIANNI RODARI : FAVOLA SULLA PIOGGIA DI PIOMBINO

Giornata uggiosa? Rodari nelle sue “Favole al telefono” immagina e racconta una pioggia speciale. Vi consiglio di leggerla ai vostri piccoli. memeandsaysay Gianni Rodari FAVOLE AL TELEFONO Giulio Einaudi editore La famosa pioggia di Piombino Una volta a Piombino piovvero confetti. Venivano giú grossi come chicchi di grandine, ma erano di tutti i colori: verdi, rosa, viola, blu. Un bambino si mise in bocca un chicco verde, tanto per provare, e trovò che sapeva di menta. Un altro assaggiò un chicco rosa e sapeva di fragola. - Sono confetti! Sono confetti! E via tutti per le strade a riempirsene le tasche. Ma non facevano in tempo a raccoglierli, perché venivano giú fitti fitti. La pioggia durò poco ma lasciò le strade coperte da un tappeto di confetti profumati che scricchiolavano sotto i piedi. Gli scolari, tornando da scuola, ne trovarono ancora da riempirsi le cartelle. Le vecchiette ne avevano messi insieme dei bei fagottelli c