Passa ai contenuti principali

LIBRI CHE CURANO LE MALATTIE DEI GRANDI

Lo so, non è l'ultimo libro pubblicato da questo autore, ma poco importa perché è davvero molto bello.
Mi sono imbattuta in questa storia perché ero alla ricerca di una narrazione che potesse coinvolgere un gruppo di bambini, una di quelle trame che permettono di costruire uno spettacolo con i fiocchi.

LA MIRABOLANTE MACCHINA DEL VOLO

del Dottor Agenore Acquivento
scritto da Matteo Razzini
illustrato da Angela Marchetti
edizionicorsare


mamma leggiamo insieme libri per bambini

Lui è Giovanni, un bambino come tanti che coltiva sogni;
da sempre ama guardare la città dall'alto e ricercare cose straordinarie.
Lei è la signora Ciarloni, portinaia acida e petulante del palazzo e soffre di una malattia poco conosciuta ma molto diffusa tra i grandi: ADULTITE ACUTA CON INSPESSIMENTO SASSONICO DEL CUORE.
Ma come curare questa patologia?
Per farlo Giovanni si improvvisa medico e decide di cambiare la sua identità..diventa così il dottor Agenore Acquivento.
Ora non gli resta che sperimentare possibili rimedi per guarire chi è affetto da questo malanno.

Al protagonista le idee certamente non mancano, e in breve tempo, tra la bottega del fruttivendolo e la drogheria, appare un sipario che nasconde l'invenzione creata.


mamma leggiamo insieme libri per bambini

Si tratta di un angolo di cielo che ospita una mirabolante macchina del volo che permette alle persone di volare e di abbandonare pensieri e preoccupazioni per poter ritrovare la spensieratezza dei bambini.


mamma leggiamo insieme libri per bambini


La macchina costruita da Giovanni risulta efficace e diventa giovevole non solo alla signora Ciarloni, ma a tutti coloro che hanno la volontà di credere nell'immaginazione.

Cosa dire dell'autore? Nel suo modo di scrivere traspare un animo teatrale; le parole che scorrono sul foglio sono poetiche, non sempre semplici e lontane dal banale.
Le illustrazioni di Angela Marchetti sostengono la storia grazie ad un uso del colore dai toni delicati e accattivanti.
Ogni parola e immagine di questo albo lascia in bocca, ma anche negli occhi e nel cuore, il sapore del passato.


 MATERIALE OCCORRENTE PER COSTRUIRE LA MACCHINA DEL VOLO

-Uno sgabello 
-uno spruzzino pieno d'acqua fresca
-tanta fantasia
-un ventilatore (facoltativo-da utilizzare sotto la supervisione di un adulto)

Appoggiare la pancia sullo sgabello e pensare di volare come una rana.
Chiedere ad un amico di spruzzare acqua.
Vi stupirete nello scoprire quanto è divertente e liberatorio ;-)


età di lettura: dai 7 anni

Commenti

  1. Già dalla diagnosi della malattia, questo libro mi ha convinto. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna Maria, la diagnosi della malattia è davvero interessante..i bambini adorano pronunciarla perché sembra quasi uno scioglilingua ;-)

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

IL TUTORIAL CHE TI INSEGNA COME COSTRUIRE UN TAVOLO LUMINOSO PER I TUOI BAMBINI

COSTRUIRE UN TAVOLO LUMINOSO PER I VOSTRI BAMBINI

Il tutorial che vi porto oggi è uno a cui tengo particolarmente, essendo uno dei primi DIY che ho realizzato per i miei bimbi e che ci ha regalato tanti bei momenti: il tavolo luminoso ispirato al Reggio Emilia Approach. Metodo che assegna un ruolo centrale al bambino e dove tra tanti aspetti cerca di potenziare la creatività tramite la sperimentazione, il gioco, la musica, l’arte, ecc....e dove la luce ha un ruolo fondamentale.









Il tavolo luminoso è lo strumento ideale per sviluppo della percezione sensoriale,dell'osservazione, è indicato per prolungare i tempi d’attenzione e migliorare l'apprendimento scolastico attraverso il gioco.

COSA VI OCCORRE:
-Tavolino LATT Ikea -Lastra di plexiglass (vetro sintetico) traslucida opaca delle stesse misure di quella in dotazione del kit del tavolo. Ho trovato un negozio online che lo tagliava su misura. Vi lascio il link -Carta stagnola -Striscia LED di luce gialla di circa 3mt pieghevole. -C…

UNA POESIA CONTRO LA GUERRA... DI GIANNI RODARI

PROMEMORIA
CI SONO COSE DA FARE OGNI GIORNO: LAVARSI, STUDIARE, GIOCARE PREPARARE LA TAVOLA, A MEZZOGIORNO.
CI SONO COSE DA FARE DI NOTTE: CHIUDERE GLI OCCHI, DORMIRE, AVERE SOGNI DA SOGNARE, ORECCHIE PER SENTIRE.
CI SONO COSE DA NON FARE MAI, NÉ DI GIORNO NÉ DI NOTTE NÉ PER MARE NÉ PER TERRA: PER ESEMPIO, LA GUERRA!
GIANNI RODARI



immagine tratta dal blogFarefuorilamedusa

GIANNI RODARI : FAVOLA SULLA PIOGGIA DI PIOMBINO

Giornata uggiosa? Rodari nelle sue “Favole al telefono” immagina e racconta una pioggia speciale. Vi consiglio di leggerla ai vostri piccoli.

Gianni Rodari FAVOLE AL TELEFONO Giulio Einaudi editore
La famosa pioggia di Piombino Una volta a Piombino piovvero confetti. Venivano giú grossi come chicchi di grandine, ma erano di tutti i colori: verdi, rosa, viola, blu. Un bambino si mise in bocca un chicco verde, tanto per provare, e trovò che sapeva di menta. Un altro assaggiò un chicco rosa e sapeva di fragola. - Sono confetti! Sono confetti! E via tutti per le strade a riempirsene le tasche. Ma non facevano in tempo a raccoglierli, perché venivano giú fitti fitti. La pioggia durò poco ma lasciò le strade coperte da un tappeto di confetti profumati che scricchiolavano sotto i piedi. Gli scolari, tornando da scuola, ne trovarono ancora da riempirsi le cartelle. Le vecchiette ne avevano messi insieme dei bei fagottelli coi loro fazzoletti da testa. Fu una grande giornata. Anche adesso molta gente asp…