Passa ai contenuti principali

MERENDE E MERENDINE FATTE IN CASA, ECCO TANTE RICETTE DA MASTERCHEF

Chi mi segue è a conoscenza della mia grande passione per la cucina, adoro affaccendarmi dietro ai fornelli e sono sempre alla ricerca di nuove ispirazioni. 
Provate ad immaginare la mia emozione quando mi sono recata alla presentazione del nuovo libro di Erica Liverani, vincitrice dell'ultima edizione di MasterChef.
Ero curiosa di conoscere di persona la cuoca amatoriale più famosa d'Italia che dal cucinare “crostatine” è arrivata “A piccoli passi” a vincere la 5ª edizione di MasterChef Italia.
A piccoli passi Erica si è approcciata alla cucina, partendo dalle basi e diventando via via sempre più esperta, consapevole e creativa.
Piccoli passi come quelli che ogni giorno compie con sua figlia Emma con la quale si diverte a cucinare e a montare video ricette che fanno sciogliere come il burro al sole (le potete vedere sul suo profilo Facebook).


ERICA LIVERANI

A piccoli passi la mia cucina stagionale

Baldini e Castoldi editore

mamma leggiamo insieme books

Questo libro di cucina vi piacerà, non è riservato a chi ai fornelli è già super esperto, non richiede ingredienti particolarmente difficili da reperire, ma solo tanta voglia di fare e sperimentare. 
Perchè cucinare è divertente!

Le ricette vengono divise in base alle 4 stagioni, perchè gli ingredienti sono legati alla ciclicità del tempo. Quando la spesa diventa consapevole, la natura viene automaticamente rispettata. 

mamma leggiamo insieme books

Oltre ai capitoli delle stagioni vi sono le ricette base, una parte dedicata al cestino del pane, una adatta a chi ha voglia di realizzare da sé merende e merendine e per finire una serie di ricette per dilettarsi nella preparazione di deliziose conserve.

Oggi cucineremo insieme delle barrette ai cereali fatte in casa.
Dove prenderò la ricetta?
Ovviamente dal nuovo libro "A piccoli passi"...

mamma leggiamo insieme books

Barretta ai cereali


Ingredienti 
150 gr di cioccolato al latte
150 gr di cioccolato bianco
40 gr di zucchero di canna
60 gr di riso soffiato
mamma leggiamo insieme books




Fate sciogliere il cioccolato bianco a bagnomaria.


Caramellate il riso soffiato con lo zucchero di canna in una padella antiaderente, continuando a mescolare fino a che il riso no sarà pralinato e croccante ma con i chicchi ben separati.


Amalgamatelo con il cioccolato bianco e stendete il composto ottenuto su un foglio di carta da forno, compattandolo a uno spessore di circa 6-7 mm.


Fate sciogliere il cioccolato al latte.


Una volta che il cioccolato bianco si sarà raffreddato, aiutandovi con un tagliere, ribaltatelo in modo che la parte liscia sia rivolta verso l'alto. Versateci sopra il cioccolato al latte fuso e distribuitelo uniformemente con una spatola.


Lasciate raffreddare poi tagliate le barrette.


A casa mia adoriamo questa merenda!

mamma leggiamo insieme books
© 2016 Mamma LeggiAmo insieme Tutti i diritti riservati
Cosa dire...
Erica è una di quelle persone che a pelle ti piacciono da subito, il suo sorriso è contagioso e il suo dinamismo ti incanta. Conoscerla mi ha arricchito di tante cose belle.

Prima di salutarla le ho chiesto quale libri legge alla piccola Emma?
Con dolcezza mi ha spiegato che Emma è un abitudinaria, ama da sempre la favola di Hansel e Gretel e non si stanca di ascoltarla. Erica vorrebbe che la sua piccola si appassionasse anche ad altre storie ma Emma preferisce ascoltare le avventure dei fratellini Hansel e Gretel.

Dietro ai libri ci sono le persone!


Commenti

Post popolari in questo blog

IL TUTORIAL CHE TI INSEGNA COME COSTRUIRE UN TAVOLO LUMINOSO PER I TUOI BAMBINI

COSTRUIRE UN TAVOLO LUMINOSO PER I VOSTRI BAMBINI

Il tutorial che vi porto oggi è uno a cui tengo particolarmente, essendo uno dei primi DIY che ho realizzato per i miei bimbi e che ci ha regalato tanti bei momenti: il tavolo luminoso ispirato al Reggio Emilia Approach. Metodo che assegna un ruolo centrale al bambino e dove tra tanti aspetti cerca di potenziare la creatività tramite la sperimentazione, il gioco, la musica, l’arte, ecc....e dove la luce ha un ruolo fondamentale.









Il tavolo luminoso è lo strumento ideale per sviluppo della percezione sensoriale,dell'osservazione, è indicato per prolungare i tempi d’attenzione e migliorare l'apprendimento scolastico attraverso il gioco.

COSA VI OCCORRE:
-Tavolino LATT Ikea -Lastra di plexiglass (vetro sintetico) traslucida opaca delle stesse misure di quella in dotazione del kit del tavolo. Ho trovato un negozio online che lo tagliava su misura. Vi lascio il link -Carta stagnola -Striscia LED di luce gialla di circa 3mt pieghevole. -C…

UNA POESIA CONTRO LA GUERRA... DI GIANNI RODARI

PROMEMORIA
CI SONO COSE DA FARE OGNI GIORNO: LAVARSI, STUDIARE, GIOCARE PREPARARE LA TAVOLA, A MEZZOGIORNO.
CI SONO COSE DA FARE DI NOTTE: CHIUDERE GLI OCCHI, DORMIRE, AVERE SOGNI DA SOGNARE, ORECCHIE PER SENTIRE.
CI SONO COSE DA NON FARE MAI, NÉ DI GIORNO NÉ DI NOTTE NÉ PER MARE NÉ PER TERRA: PER ESEMPIO, LA GUERRA!
GIANNI RODARI



immagine tratta dal blogFarefuorilamedusa

GIANNI RODARI : FAVOLA SULLA PIOGGIA DI PIOMBINO

Giornata uggiosa? Rodari nelle sue “Favole al telefono” immagina e racconta una pioggia speciale. Vi consiglio di leggerla ai vostri piccoli.

Gianni Rodari FAVOLE AL TELEFONO Giulio Einaudi editore
La famosa pioggia di Piombino Una volta a Piombino piovvero confetti. Venivano giú grossi come chicchi di grandine, ma erano di tutti i colori: verdi, rosa, viola, blu. Un bambino si mise in bocca un chicco verde, tanto per provare, e trovò che sapeva di menta. Un altro assaggiò un chicco rosa e sapeva di fragola. - Sono confetti! Sono confetti! E via tutti per le strade a riempirsene le tasche. Ma non facevano in tempo a raccoglierli, perché venivano giú fitti fitti. La pioggia durò poco ma lasciò le strade coperte da un tappeto di confetti profumati che scricchiolavano sotto i piedi. Gli scolari, tornando da scuola, ne trovarono ancora da riempirsi le cartelle. Le vecchiette ne avevano messi insieme dei bei fagottelli coi loro fazzoletti da testa. Fu una grande giornata. Anche adesso molta gente asp…