Passa ai contenuti principali

LIBRI PER BAMBINI IN DOPPIA LINGUA

Amanti delle lingue straniere questo articolo è per voi.
Oggi voglio parlarvi di una bella scoperta...una collana chiamata "I coriandoli" edita da Adnav edizioni, che nasce dal desiderio di avvicinare i bambini al magico mondo della lettura e al mistero complesso delle parole.
La proposta è una serie di pubblicazioni con storie tradotte in italiano e in inglese (e non solo)
Un bel metodo per sostenere i bambini di oggi, destinati ad essere sempre più cosmopoliti.

IL DRAGO E LA COCCINELLA
Maria Teresa Nuzzi e Ilaria Urbinati
Andnav Edizioni

il drago e la coccinella   blog mamma leggiamo insieme

Può un forzuto Drago innamorarsi di una piccola e graziosa coccinella?
Ma soprattutto, può questo bizzarro amore essere corrisposto?
Tutto può succedere nel libro "Il Drago e la coccinella" dove un amore quasi impossibile diventa magicamente possibile.
Una storia scritta in doppia lingua, in modo chiaro e comprensibile. I piccoli lettori potranno farsela raccontare in italiano e in inglese, oppure potranno decidere di leggerla tutta da soli grazie alla scelta dello stampatello.

Ma torniamo alla trama, ci sono amori che superano la barriera dell'aspetto fisico e si basano su note più profonde, un bell'insegnamento direi :-)
La narrazione è davvero carina, e anche le illustrazioni sono molto tenere.


Alla fine del libro troverete la traduzione anche in tante altre lingue: french, german, spanish, russian e arabic. Niente male per un solo albo!

La casa Editrice Adnav, ha deciso di ascoltare il contesto multiculturale nel quale i nostri bambini sono inseriti, essi imparano da subito a confrontarsi con persone appartenenti a nazionalità diverse. Per questa ragione è nata l'idea di tradurre la favola in molteplici lingue.
Un'ottima idea..complimenti!

Età consigliata: dai 4 anni
Applicazione per iPad disponibile su iTunes


Disclaimer: Non si tratta di post sponsorizzato. Il libro recensito mi è stato inviato gratuitamente e per questo ringrazio la casa Editrice Adnav per la gentilezza.




Commenti

  1. Grazie per il consiglio, a volte gli leggo libri semplici in inglese traducendoli io in Italiano, quindi mi semplificherebbe la vita :) lui è curioso, mi chiede spesso di tradurre scritte che ancora non riesce a leggere, quindi sembra ben disposto. In più mi piace anche trama e grafica! Bel consiglio!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

IL TUTORIAL CHE TI INSEGNA COME COSTRUIRE UN TAVOLO LUMINOSO PER I TUOI BAMBINI

COSTRUIRE UN TAVOLO LUMINOSO PER I VOSTRI BAMBINI Il tutorial che vi porto oggi è uno a cui tengo particolarmente, essendo uno dei primi DIY che ho realizzato per i miei bimbi e che ci ha regalato tanti bei momenti: il tavolo luminoso ispirato al Reggio Emilia Approach . Metodo che assegna un ruolo centrale al bambino e dove tra tanti aspetti cerca di potenziare la creatività tramite la sperimentazione, il gioco, la musica, l’arte, ecc....e dove la luce ha un ruolo fondamentale. Il tavolo luminoso è lo strumento ideale per sviluppo della percezione sensoriale, dell'osservazione, è indicato per prolungare i tempi d’attenzione e migliorare l'apprendimento scolastico attraverso il gioco. COSA VI OCCORRE: -Tavolino LATT Ikea -Lastra di plexiglass (vetro sintetico) traslucida opaca  delle stesse misure di quella in dotazione del kit del tavolo. Ho trovato un negozio online che lo tagliava su misura. Vi lascio il link -Carta sta

UNA POESIA CONTRO LA GUERRA... DI GIANNI RODARI

  PROMEMORIA CI SONO COSE DA FARE OGNI GIORNO: LAVARSI, STUDIARE, GIOCARE PREPARARE LA TAVOLA, A MEZZOGIORNO. CI SONO COSE DA FARE DI NOTTE: CHIUDERE GLI OCCHI, DORMIRE, AVERE SOGNI DA SOGNARE, ORECCHIE PER SENTIRE. CI SONO COSE DA NON FARE MAI, NÉ DI GIORNO  NÉ DI NOTTE NÉ PER MARE  NÉ PER TERRA: PER ESEMPIO, LA GUERRA! GIANNI RODARI immagine tratta dal blog   Farefuorilamedusa

Il pensiero di Loris Malaguzzi raccolto in una poesia per bambini...

Invece il cento c'è" è la poesia per bambini  scritta dal celebre pedagogista Loris Malaguzzi, in poche righe riassume il pensiero del fondatore del Reggio Approach. È contenuta all'interno del libro " I cento linguaggi dei bambini". INVECE IL CENTO C'E' Il bambino è fatto di cento. Il bambino ha cento lingue cento mani cento pensieri cento modi di pensare di giocare e di parlare cento sempre cento modi di ascoltare di stupire di amare cento allegrie per cantare e capire cento mondi da scoprire cento mondi da inventare cento mondi da sognare. Il bambino ha cento lingue (e poi cento cento cento) ma gliene rubano novantanove. Gli dicono: di pensare senza mani di fare senza testa di ascoltare e di non parlare di capire senza allegrie di amare e di stupirsi solo a Pasqua e a Natale. Gli dicono: di scoprire il mondo che già c’è e di cento gliene rubano novantanove. Gl