Passa ai contenuti principali

Divertimento e terrore nel nuovo romanzo di Gisella Laterza

Chi di voi non ha desiderato un’amica strega o un vicino mago ? Da sempre siamo affascinati da personaggi oscuri che ci tengono sospesi tra curiosità e timore. Ma qual è la chiave vincente per non cadere nel banale?


Mi piacerebbe porre questa domanda a Gisella Laterza, scrittrice e formatrice di scrittura per ragazzi, una vera e propria “cacciatrice” di storie che con il titolo 📚 “Streghetta - una strana compagna di banco" è riuscita in questo intento. 


Quando inizi il suo piccolo romanzo senti la necessità di accelerare il ritmo di lettura.




Miriam ha undici anni e vive in una ridente cittadina dove non accade mai nulla di particolare. Ha appena  iniziato la scuola finendo nella sezione “indesiderata” - senza le sue migliori amiche. 

Quando una notte, dal nulla, una enorme Villa appare accanto alla sua casa e con essa si materializza la bizzarra figura di Priscilla Applepot. Non è proprio la compagna di classe ideale, il suo metodo di studio le fa scambiare le interrogazioni per interrogatori, ma sembra non cavarsela male in cucina.
L’incastro perfetto per un’amicizia singolare.

Ad abbellire un testo vincente apprezziamo le illustrazioni in bianco e nero di Stefano Tambellini. Solo la copertina ha colori sgargianti.

‼️Tutti i titoli Salani stampati nel 2022 contengono il logo commemorativo dei 160 anni dalla fondazione (1862) disegnato da Mimmo Paladino. 

Cerca il tuo libro nelle librerie indipendenti.

Clicca qui per l'acquisto su Amazon

Commenti

Post popolari in questo blog

POESIA CONTRO LA GUERRA... DI GIANNI RODARI

  PROMEMORIA CI SONO COSE DA FARE OGNI GIORNO: LAVARSI, STUDIARE, GIOCARE PREPARARE LA TAVOLA, A MEZZOGIORNO. CI SONO COSE DA FARE DI NOTTE: CHIUDERE GLI OCCHI, DORMIRE, AVERE SOGNI DA SOGNARE, ORECCHIE PER SENTIRE. CI SONO COSE DA NON FARE MAI, NÉ DI GIORNO  NÉ DI NOTTE NÉ PER MARE  NÉ PER TERRA: PER ESEMPIO, LA GUERRA! GIANNI RODARI Guarda l'animazione della poesia cliccando qui  Leggi altri post di Rodari cliccando  qui

IL TUTORIAL CHE TI INSEGNA COME COSTRUIRE UN TAVOLO LUMINOSO PER I TUOI BAMBINI

COSTRUIRE UN TAVOLO LUMINOSO PER I VOSTRI BAMBINI Il tutorial che vi porto oggi è uno a cui tengo particolarmente, essendo uno dei primi DIY che ho realizzato per i miei bimbi e che ci ha regalato tanti bei momenti: il tavolo luminoso ispirato al Reggio Emilia Approach . Metodo che assegna un ruolo centrale al bambino e dove tra tanti aspetti cerca di potenziare la creatività tramite la sperimentazione, il gioco, la musica, l’arte, ecc....e dove la luce ha un ruolo fondamentale. Il tavolo luminoso è lo strumento ideale per sviluppo della percezione sensoriale, dell'osservazione, è indicato per prolungare i tempi d’attenzione e migliorare l'apprendimento scolastico attraverso il gioco. COSA VI OCCORRE: -Tavolino LATT Ikea -Lastra di plexiglass (vetro sintetico) traslucida opaca  delle stesse misure di quella in dotazione del kit del tavolo. Ho trovato un negozio online che lo tagliava su misura. Vi lascio il link -Carta sta

Il pensiero di Loris Malaguzzi raccolto in una poesia per bambini...

Invece il cento c'è" è la poesia per bambini  scritta dal celebre pedagogista Loris Malaguzzi, in poche righe riassume il pensiero del fondatore del Reggio Approach. È contenuta all'interno del libro " I cento linguaggi dei bambini". INVECE IL CENTO C'E' Il bambino è fatto di cento. Il bambino ha cento lingue cento mani cento pensieri cento modi di pensare di giocare e di parlare cento sempre cento modi di ascoltare di stupire di amare cento allegrie per cantare e capire cento mondi da scoprire cento mondi da inventare cento mondi da sognare. Il bambino ha cento lingue (e poi cento cento cento) ma gliene rubano novantanove. Gli dicono: di pensare senza mani di fare senza testa di ascoltare e di non parlare di capire senza allegrie di amare e di stupirsi solo a Pasqua e a Natale. Gli dicono: di scoprire il mondo che già c’è e di cento gliene rubano novantanove. Gl