Passa ai contenuti principali

INSERIMENTO ALLA SCUOLA PRIMARIA: COME PREPARARSI AL MEGLIO

Il passaggio alla scuola primaria è alle porte? In che modo un libro può aiutarci?

I libri possono aiutare il bambino a prolungare i tempi di attenzione, gli permettono di sviluppare le abilità narrative che lo rendono più sicuro nel raccontare storie ed eventi personali, ma possono anche fornire ottimi spunti per predisporre attività manuali e creative.

Ecco qualche proposta per preparare al meglio il bambino alla nuova esperienza che lo attende.

CREATIVITÀ E PREGRAFISMO

È importante educare i nostri bambini all'arte e alla creatività. Le abilità grafo-motorie si possono ottenere predisponendo attività quotidiane in grado di coinvolgere l'uso delle mani: come ad esempio tagliare immagini da vecchie riviste e imparare ad incollarle, esercitarsi ad impugnare correttamente una matita o un pastello, impastare i biscotti con la farina, allacciare e slacciare bottoni in autonomia, etc.; 


LA CUCINA DEGLI SCARABOCCHI
Hervé Tullet
Ippocampo Edizioni 





La cucina degli scarabocchi propone semplici ricette di fantasia che stimolano i bambini in età prescolare a disegnare cose che non avrebbero mai immaginato come la "Marmellata magica" o la "delizia di scarabocchi". Ideate dallo "chef" Hervé Tullet. Uno strumento pensato per sollecitare l'immaginazione dei bambini.

ABILITÀ LOGICO - MATEMATICHE E SVILUPPO DEL PENSIERO

PRIMI VOLI
FARE, PENSARE, CONTARE
Erickson




Fare, pensare e contare sono le azioni che permettono al bambino di acquisire consapevolezza di sé e della realtà che lo circonda, in una continua sperimentazione delle proprie capacità. 
Per la recensione completa clicca qui 

( criticità: trovo che una parte del libro sia da tralasciare in quanto molto complicata per bambini di 5 anni) 

LIBRI CHE SOSTENGONO IL PASSAGGIO


IL POSTO GIUSTO
Beatrice Masini e Simona Mulazzani
Carthusia Edizioni




Dove si trova il posto giusto? quello spazio nel vuoto in grado di darci un'identità, quel posto rassicurante dove approdare e sentirsi a casa?


Dopo la casa, la scuola rappresenta un approdo importante dove i nostri piccoli passano molte ore della propria vita. Il testo favorisce spunti di riflessione utili per l'inserimento in ambientI nuovi e cooperativi e attività ispirate alla storia che lo rendono molto adatto ad essere utilizzato come libro di passaggio per le insegnanti della Scuola dell'Infanzia e del primo ciclo della Scuola Primaria.
Per la recensione completa clicca qui





Commenti

Post popolari in questo blog

POESIA CONTRO LA GUERRA... DI GIANNI RODARI

  PROMEMORIA CI SONO COSE DA FARE OGNI GIORNO: LAVARSI, STUDIARE, GIOCARE PREPARARE LA TAVOLA, A MEZZOGIORNO. CI SONO COSE DA FARE DI NOTTE: CHIUDERE GLI OCCHI, DORMIRE, AVERE SOGNI DA SOGNARE, ORECCHIE PER SENTIRE. CI SONO COSE DA NON FARE MAI, NÉ DI GIORNO  NÉ DI NOTTE NÉ PER MARE  NÉ PER TERRA: PER ESEMPIO, LA GUERRA! GIANNI RODARI Guarda l'animazione della poesia cliccando qui  Leggi altri post di Rodari cliccando  qui

IL TUTORIAL CHE TI INSEGNA COME COSTRUIRE UN TAVOLO LUMINOSO PER I TUOI BAMBINI

COSTRUIRE UN TAVOLO LUMINOSO PER I VOSTRI BAMBINI Il tutorial che vi porto oggi è uno a cui tengo particolarmente, essendo uno dei primi DIY che ho realizzato per i miei bimbi e che ci ha regalato tanti bei momenti: il tavolo luminoso ispirato al Reggio Emilia Approach . Metodo che assegna un ruolo centrale al bambino e dove tra tanti aspetti cerca di potenziare la creatività tramite la sperimentazione, il gioco, la musica, l’arte, ecc....e dove la luce ha un ruolo fondamentale. Il tavolo luminoso è lo strumento ideale per sviluppo della percezione sensoriale, dell'osservazione, è indicato per prolungare i tempi d’attenzione e migliorare l'apprendimento scolastico attraverso il gioco. COSA VI OCCORRE: -Tavolino LATT Ikea -Lastra di plexiglass (vetro sintetico) traslucida opaca  delle stesse misure di quella in dotazione del kit del tavolo. Ho trovato un negozio online che lo tagliava su misura. Vi lascio il link -Carta sta

Il pensiero di Loris Malaguzzi raccolto in una poesia per bambini...

Invece il cento c'è" è la poesia per bambini  scritta dal celebre pedagogista Loris Malaguzzi, in poche righe riassume il pensiero del fondatore del Reggio Approach. È contenuta all'interno del libro " I cento linguaggi dei bambini". INVECE IL CENTO C'E' Il bambino è fatto di cento. Il bambino ha cento lingue cento mani cento pensieri cento modi di pensare di giocare e di parlare cento sempre cento modi di ascoltare di stupire di amare cento allegrie per cantare e capire cento mondi da scoprire cento mondi da inventare cento mondi da sognare. Il bambino ha cento lingue (e poi cento cento cento) ma gliene rubano novantanove. Gli dicono: di pensare senza mani di fare senza testa di ascoltare e di non parlare di capire senza allegrie di amare e di stupirsi solo a Pasqua e a Natale. Gli dicono: di scoprire il mondo che già c’è e di cento gliene rubano novantanove. Gl