Passa ai contenuti principali

PRIME LETTURE: DAL GRUFFALÒ ALLA STREGA ROSSELLA

Quali caratteristiche deve avere una collana per far impazzire grandi e piccini?

Selezionando libri per bambini mi pongo spesso questa domanda.

Senz'altro deve avere copertine accattivanti, un formato maneggevole, contenere storie buffe e divertenti da leggere e rileggere senza stancarsi e ancora..deve nutrire la mente!


Una collana che consiglio spesso è quella degli 
Albumini Emme Edizioni, hanno tutte queste caratteristiche, infatti negli ultimi anni hanno ottenuto un enorme successo.

DA CHE ETÀ SI POSSONO LEGGERE?

Perfetti dai 7 anni come prime letture per chiarezza e lunghezza ma adattissimi anche da leggere insieme ai più piccoli perché propongono le storie più amate, classiche e moderne.

No, non sono in stampatello. 

Il testo è bene distribuito, l'interlinea spaziosa e i periodi non eccessivamente lunghi incoraggiano la lettura.

STORIE SORPRENDENTI DA PORTARE SEMPRE CON SÉ

Gli autori che hanno firmato queste storie hanno dato vita a personaggi sorprendenti, pensate al Gruffalò o alla Strega Rossella dal fare gioioso, ma ancora Gianni Rodari, Helme Heine, Nicoletta Costa.

HO LETTO PER VOI...

LA STREGA ROSSELLA

Julia Donaldson - Axel Scheffler



La Strega Rossella ha una scopa volante che decolla all'istante! È forse la strega più amata dai bambini. Decisamente fuori dal comune! Uno dei successi intramontabili della coppia Donaldson-Scheffler. Un libro che non può mancare nelle librerie dei piccoli lettori.

Età di lettura: 3+
Lo trovi qui

IL MOSTRO PELOSO

Henriette Bichonnier - illustrazioni di Pef


A trent'anni dalla sua uscita, l' orribile mostro peloso riesce ancora a sorprendere e terrorizzare il regno. Il pavido re, pur di non farsi mangiare, promette al mostro di consegnargli il primo, tenero essere umano che incontrerà tornando a casa. E naturalmente, il primo, tenero essere umano che il re incontra è sua figlia Lucilla. Come se la caverà?

Età di lettura: 3+
Lo trovi qui

Julia Donaldson - Axel Scheffler



Un Gruffalò! Un successo intramontabile, uno dei mostri più amati di tutto il mondo.
Tutti parlano di un mostro tremendo che vive nel bosco frondoso. Ha zanne tremende e artigli affilati, denti da mostro di bava bagnati, ha gli occhi arancioni e la lingua molliccia. ..eppur riesce a farsi amare da tutti i bambini! Quale sarà il suo segreto?

Età di lettura: 3+
Lo trovi qui


Julia Donaldson - Axel Scheffler



Questa è la storia di una vecchina brontolona che vive sola soletta in una casa un po' troppo stretta. Non la smette mai di lamentarsi, allora un saggio decide di andarla a trovare per mostrarle un grande insegnamento.
A volte, per cambiare le cose, basta osservare la vita da un punto di vista differente.

Età di lettura: 4 anni
Lo trovi qui

BASTONCINO

Julia Donaldson - Axel Scheffler


In un albero cavo di un verde giardino vive la famiglia di Bastoncino. Viene spesso scambiato per un semplice ramoscello ma in realtà ha un grande cuore e persino una famiglia numerosa. Pronti a vivere una grande avventura...

Età di lettura: 4 anni
Lo trovi qui

GLI ORSI NON LEGGONO!

Julia Donaldson e Alex Scheffler



Orso Giorgio è stufo delle solite cose da orsi, ma cos’altro può fare? Un giorno, passeggiando per la foresta, trova un libro sotto un albero. Per fortuna c’è Clementina, una bambina dolcissima che con il suo amore per i libri gli cambierà la vita. Una storia sull’amicizia e sulla gioia della lettura.

Età di lettura: 
Lo trovi qui

Martina Orsi e Elisa Paganelli


Da quando l’orsa Linda è arrivata alla Biblioteca, Teo non è più lo stesso. Non ha fame, ha uno strano mal di pancia e non riesce quasi a parlare. Riuscirà a guarire da questo bizzarro malanno? Qui si parla di libri e amore !

Età di lettura: 5+
Lo trovi qui


Questo articolo è in divenire, presto aggiungerò altri titoli!

Buone letture!

Commenti

Post popolari in questo blog

IL TUTORIAL CHE TI INSEGNA COME COSTRUIRE UN TAVOLO LUMINOSO PER I TUOI BAMBINI

COSTRUIRE UN TAVOLO LUMINOSO PER I VOSTRI BAMBINI Il tutorial che vi porto oggi è uno a cui tengo particolarmente, essendo uno dei primi DIY che ho realizzato per i miei bimbi e che ci ha regalato tanti bei momenti: il tavolo luminoso ispirato al Reggio Emilia Approach . Metodo che assegna un ruolo centrale al bambino e dove tra tanti aspetti cerca di potenziare la creatività tramite la sperimentazione, il gioco, la musica, l’arte, ecc....e dove la luce ha un ruolo fondamentale. Il tavolo luminoso è lo strumento ideale per sviluppo della percezione sensoriale, dell'osservazione, è indicato per prolungare i tempi d’attenzione e migliorare l'apprendimento scolastico attraverso il gioco. COSA VI OCCORRE: -Tavolino LATT Ikea -Lastra di plexiglass (vetro sintetico) traslucida opaca  delle stesse misure di quella in dotazione del kit del tavolo. Ho trovato un negozio online che lo tagliava su misura. Vi lascio il link -Carta sta

UNA POESIA CONTRO LA GUERRA... DI GIANNI RODARI

  PROMEMORIA CI SONO COSE DA FARE OGNI GIORNO: LAVARSI, STUDIARE, GIOCARE PREPARARE LA TAVOLA, A MEZZOGIORNO. CI SONO COSE DA FARE DI NOTTE: CHIUDERE GLI OCCHI, DORMIRE, AVERE SOGNI DA SOGNARE, ORECCHIE PER SENTIRE. CI SONO COSE DA NON FARE MAI, NÉ DI GIORNO  NÉ DI NOTTE NÉ PER MARE  NÉ PER TERRA: PER ESEMPIO, LA GUERRA! GIANNI RODARI immagine tratta dal blog   Farefuorilamedusa

Il pensiero di Loris Malaguzzi raccolto in una poesia per bambini...

Invece il cento c'è" è la poesia per bambini  scritta dal celebre pedagogista Loris Malaguzzi, in poche righe riassume il pensiero del fondatore del Reggio Approach. È contenuta all'interno del libro " I cento linguaggi dei bambini". INVECE IL CENTO C'E' Il bambino è fatto di cento. Il bambino ha cento lingue cento mani cento pensieri cento modi di pensare di giocare e di parlare cento sempre cento modi di ascoltare di stupire di amare cento allegrie per cantare e capire cento mondi da scoprire cento mondi da inventare cento mondi da sognare. Il bambino ha cento lingue (e poi cento cento cento) ma gliene rubano novantanove. Gli dicono: di pensare senza mani di fare senza testa di ascoltare e di non parlare di capire senza allegrie di amare e di stupirsi solo a Pasqua e a Natale. Gli dicono: di scoprire il mondo che già c’è e di cento gliene rubano novantanove. Gl